INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01759 presentata da COSTANTINO CELESTE (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') in data 09/09/2013

http://dati.camera.it/ocd/aic.rdf/aic4_01759_17 entità di tipo: aic

Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-01759 presentato da COSTANTINO Celeste testo di Lunedì 9 settembre 2013, seduta n. 73 COSTANTINO , MIGLIORE , PILOZZI , FRATOIANNI e AIELLO . — Al Ministro per l'integrazione, al Ministro dell'interno . — Per sapere – premesso che: in data 10 agosto 2013, durante la sua detenzione presso il Centro di identificazione e di espulsione Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto, a Crotone, è morto Moustapha Anaki, un marocchino di 31 anni; Anaki si trovava in Italia da 7 anni ed era stato condotto nel Centro di identificazione e di espulsione di Isola Capo Rizzuto un mese prima che perdesse la vita; in seguito al suo decesso è esplosa una rivolta che ha causato danni ingenti alla struttura, motivo per il quale la stessa è stata chiusa, dislocando i trattenuti in altri centri in tutta Italia; la versione ufficiale fornita dall'ente gestore Misericordie – vincitore dell'appalto della struttura dal 2012 al 2015, che si occupava anche dell'assistenza sanitaria – nonché dalla questura, è che Anaki, soffrendo di cardiopatia, sarebbe morto per un «malore», e che la rivolta non sarebbe avvenuta per il suo decesso, ma per i tempi di permanenza dei trattenuti; l'ispezione effettuata alla fine del 2012 dal tribunale di Crotone ha dimostrato «che gli immigrati sono stati trattenuti nel Cie in strutture al limite della decenza»; le visite da parte dei giornalisti sono praticamente inaccessibili «per motivo di ordine pubblico», come riportato su Repubblica.it , in un articolo a firma di Raffaella Cosentino del 19 agosto 2013; l'indagine di Medici per i diritti umani, «Arcipelago Cie», ha dimostrato che il Centro di identificazione e di espulsione di Crotone ha impiegato il più basso tasso di risorse economiche tra i Centri di identificazione e di espulsione italiani, ovvero solo 21,4 euro a persona; all'interno dell'ex struttura militare sorge anche il Cara, centro di accoglienza per richiedenti asilo, nel quale attualmente vivono 1.700 persone, il doppio della capienza massima prevista per la struttura–: per quali motivi la notizia della morte di Anaki, nonché della conseguente protesta degli immigrati siano state comunicate dalla prefettura solo una settimana dopo i fatti; di quali informazioni dispongano i Ministri interrogati circa i fatti descritti in premessa. (4-01759)
xsd:string INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01759 presentata da COSTANTINO CELESTE (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') in data 09/09/2013 
Camera dei Deputati 
xsd:integer
20131221 
20130909 
20130909-20131221 
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01759 presentata da COSTANTINO CELESTE (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') in data 09/09/2013 
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 
AIELLO FERDINANDO (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') 
FRATOIANNI NICOLA (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') 
MIGLIORE GENNARO (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') 
PILOZZI NAZZARENO (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') 
xsd:dateTime 2015-09-30T12:59:26Z 
4/01759 
COSTANTINO CELESTE (SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA') 

risorse dalla linked data cloud